Sweet Seeds Sweet Pure CBD®


n° Semi: 3+1 semi
Prezzo:
€25

IVA inclusa Spedione calcolata alla cassa

Descrizione

Sweet Seeds Sweet Pure CBD®

La prima varietà di marijuana “CBD pura” della banca di semi Sweet Seeds®, con livelli molto bassi di THC, generalmente inferiori al 1%, e con alti livelli di cannabidiolo (CBD), pensata appositamente per soddisfare quei consumatori di cannabis terapeutica che non vogliono sperimentare gli effetti psicotropi del THC.

Sweet Pure CBD® (SWS65) ha un rapporto THC:CBD di circa 1:15 – 1:20, con livelli di THC tra 0,4 e 1% e livelli di CBD che vanno da 8 a 15%.

I bassissimi livelli di THC e gli alti livelli di CBD rendono la nostra Sweet Pure CBD® una pianta di marijuana dagli effetti psicotropi impercettibili. I livelli alti di CBD consentono ai consumatori di cannabis per scopi terapeutici di trarre un maggior vantaggio dalle proprietà terapeutiche del CBD.

Questa varietà è il risultato di due generazioni di autoimpollinazione (S2) di un clone ricco di CBD con antenati della famiglia Diesel.
L’aroma di questa varietà è dolce e fruttato con toni agrumati di mandarino e lievi note fresche di cipresso.

La struttura della pianta è un ibrido indica-sativa con prevalenza di sativa.

CARATTERISTICHE


Sesso CBD-Femminizzata
Genotipo 40% Indica / 60% Sativa
Incrocio Diesel x CBD
Fioritura indoor 60 giorni
Produzione indoor 400-500 g/m2
Raccolta outdoor Fine settembre
Produzione outdoor 375-600 g/pianta
THC 0,4-1,0%
CBD 8-15%
Rapporto THC/CBD 1:20

Tutte le informazioni contenute sono a solo scopo informativo e didattico. Invitiamo tutti gli utenti a non utilizzare tali informazioni in modo pratico in relazione ai semi di cannabis. Ricordiamo infatti che:

In Italia la Coltivazione dei semi di cannabis è vietata (Art. 28 e 73 del DPR 309/90) se non si è in possesso di apposita autorizzazione (Art. 17 DPR 309/90)

Pertanto i Semi di cannabis potranno essere utilizzati esclusivamente per fini collezionistici e per preservazione genetica e sono commercializzati con la riserva che essi non siano usati da terze parti in conflitto con la legge. I semi di cannabis sono esclusi dal D.P.R. 309/90, ciò significa che essi non sono da considerarsi sostanze stupefacenti (L. 412 del 1974, Art. 1, Comma 1, Lett. B; convenzione unica sugli stupefacenti di New York del 1961 e tabella 1 decreto Ministero della Salute 11 Aprile 2006).

Metodi di Pagamento

Amazon American Express Apple Pay Bitcoin Bitcoin Cash DAI Ethereum Google Pay Litecoin Maestro Mastercard Shop Pay USDC Visa

Le informazioni relative al tuo pagamento vengono processate in modo sicuro. Non conserviamo nè abbiamo accesso a queste informazioni

Potrebbe interessarti anche...

Visti di recente