Sweet Seeds Indigo Berry Kush®

Risparmia €7,50

n° Semi: 3+1 semi
Prezzo:
€19 €26,50

IVA inclusa Spedione calcolata alla cassa

Descrizione

Sweet Seeds Indigo Berry Kush®

Varietà sviluppata all’interno di un programma R&S&I di Sweet Seeds® focalizzato sulla ricerca di meravigliosi e squisiti aromi terrosi. Questa varietà è un ibrido risultante dall’incrocio tra un clone élite di So G Kush (OG Kush x LA Confidential x Trainwreck) e un nostro clone élite di Blue Monster (Blueberry ’99 x Black Domina ’98). Il clone di Blue Monster che interviene in questo incrocio apporta l’anima terrosa alla nostra apprezzata Cream Caramel® (SWS04). L’aroma di questa varietà è squisito, molto dolce e con una gradevole e forte presenza terrosa, con un fondo di aromi tipici della famiglia OG Kush, con toni esotici e speziati di pepe e pennellate fresche di cipresso.

L’aspetto delle piante è di un ibrido principalmente indico, con un gran germoglio centrale molto resinoso e compatto, e con rami laterali carichi di germogli più piccoli di qualità molto alta. È una grande produttrice di cristalli di resina

CARATTERISTICHE

Varietà SWS63


Sesso Femminizzata, Fotodipendente
Genotipo Indica/Sativa: 60%/40%
Incrocio So G Kush (OG Kush x LA Confidential x Trainwreck) x Blue Monster (Blueberry ’99 x Black Domina ’98)
Fioritura indoor 56-63 giorni
Produzione indoor 400-600 g/m2
Raccolta outdoor Fine settembre
Produzione outdoor 400-700 g/pianta
Altezza outdoor n.d.
THC 15-21%
CBD 0,1%

Tutte le informazioni contenute sono a solo scopo informativo e didattico. Invitiamo tutti gli utenti a non utilizzare tali informazioni in modo pratico in relazione ai semi di cannabis. Ricordiamo infatti che:

In Italia la Coltivazione dei semi di cannabis è vietata (Art. 28 e 73 del DPR 309/90) se non si è in possesso di apposita autorizzazione (Art. 17 DPR 309/90)

Pertanto i Semi di cannabis potranno essere utilizzati esclusivamente per fini collezionistici e per preservazione genetica e sono commercializzati con la riserva che essi non siano usati da terze parti in conflitto con la legge. I semi di cannabis sono esclusi dal D.P.R. 309/90, ciò significa che essi non sono da considerarsi sostanze stupefacenti (L. 412 del 1974, Art. 1, Comma 1, Lett. B; convenzione unica sugli stupefacenti di New York del 1961 e tabella 1 decreto Ministero della Salute 11 Aprile 2006).

Metodi di Pagamento

Bitcoin Bitcoin Cash DAI Dogecoin Ethereum Litecoin USDC

Le informazioni relative al tuo pagamento vengono processate in modo sicuro. Non conserviamo nè abbiamo accesso a queste informazioni

Potrebbe interessarti anche...

Visti di recente